giovedì 2 aprile 2015

"Dedicato a..." Dino Zoff su Rai Sport 1 giovedì 2 aprile 2015 alle 20.40 e alle 00.30 in replica

"SPORT IN TV", IL LIBRO DI PINO FRISOLI E MASSIMO DE LUCA.






PER EVENTUALI ULTERIORI INFORMAZIONI SU "SPORT IN TV" SCRIVI A
pinofrisoli@yahoo.it
.


LEGGETE SU GAZZETTA.IT QUESTO BELLISSIMO ARTICOLO SUL GRANDE SHOW DELLO SPORT IN TV E CLICCATE SUL MI PIACE
http://www.gazzetta.it/Libri/10-01-2012/tra-storia-dietro-quinte-grande-show-sport-tv--804256828201.shtml


siti web

Grande appuntamento da non perdere giovedì 2 aprile 2015 su Rai Sport 1 alle 20.40 circa e in replica alle 00.30 con una nuova puntata di "Dedicato a...". Si parlerà del grande Dino Zoff, che sarà collegato dagli studi Rai di Roma. Con Auro Bulbarelli, conduttore della trasmissione, saranno invece in studio a Milano Giancarlo Alessandrelli, secondo di Zoff alla Juventus dal 1975 al 1979, e i giornalisti Bruno Pizzul e Gianni Mura. Un'occasione per vedere tanti filmati inediti o quasi sulla carriera di Zoff a cominciare dall'esordio in Serie A in Fiorentina-Udinese 5-2 del 24 settembre 1961 fino all'ultima partita, Svezia-Italia 2-0 del 29 maggio 1983, passando per gli anni con Mantova, Napoli e Juventus e la Nazionale, in cui ha ottenuto 112 presenze vincendo un Europeo, nel 1968, e un Mondiale, nel 1982. Vedrete tra l'altro, a colori, una curiosa parata di piede di Zoff su una punizione di Rivelino nell'amichevole Italia-Brasile 2-0 del 9 giugno 1973, le parate di Zoff nella storica Inghilterra-Italia 0-1 di Wembley del 14 novembre 1973. Riguardo a "Dedicato a..." da ricordare gli ottimi ascolti ottenuti lunedì 30 marzo con la puntata su Pietro Mennea, riproposta a distanza di un anno dalla prima trasmissione, che ha ottenuto una media di share dell'1%. Un prodotto, "Dedicato a...", di assoluta qualità nella migliore tradizione di quella che è stata la proposta storica sportiva di Rai Sport 2 in particolare dal settembre 2011 a inizio gennaio 2014 con le Memorie di Rai Sport 2 (riproposta integrale di puntate storiche della "Domenica Sportiva", "Domenica sprint", "Eurogol", "90°minuto", "Sportsera", "Mercoledì sport" e tanto altro che hanno fatto la storia della Tv sportiva italiana) e con "Perle di sport".
NEL LIBRO "SPORT IN TV", DA NON PERDERE PER TUTTI GLI APPASSIONATI, SI PARLA ANCHE DELLA STORIA DEL CALCIO IN TV. VOLETE SAPERE TUTTO SULLA STORIA DEL CALCIO IN TV? QUESTO E TANTO ALTRO SU "SPORT IN TV". NON PERDETELO!

CLICCA SUBITO PER ACQUISTARE "SPORT IN TV" SU AMAZON.IT A UN PREZZO IMBATTIBILE CON IL 15% DI SCONTO, A 13,60 EURO INVECE DI 16, CON UN RISPARMIO DI 2,40 EURO. NON PERDERE TEMPO, FATTI UN BEL REGALO!

La presentazione di Massimo De Luca del libro "Sport in Tv" fatta con Alessandra De Stefano su Rai Sport 2



DIVENTA FAN DEL LIBRO "SPORT IN TV", UN DIVERTENTE VIAGGIO NELLA STORIA DELLO SPORT, DELLA TV E DEL COSTUME ITALIANO, E FAI SAPERE SE TI E' PIACIUTO

NON PERDETE IL LIBRO "SPORT IN TV. STORIA E STORIE DALLE ORIGINI A OGGI". UNA APPASSIONANTE STORIA DELLO SPORT IN TV DI PINO FRISOLI E MASSIMO DE LUCA. UN GRANDE SUCCESSO DI CRITICA E DI PUBBLICO PER TUTTI GLI APPASSIONATI DI TV E SPORT.

Ecco il sommario del libro "Sport in Tv". Il nome tra parentesi significa che il paragrafo è stato scritto da Massimo De Luca.

Prefazione (Massimo De Luca)
Introduzione

Gli anni del bianco e nero

Prima della televisione
Gli inizi
Il Bologna, prima squadra di calcio italiana ospite in Tv
Carosio, nascita di una leggenda (Massimo De Luca)
Juventus-Milan, la prima partita in Tv
Telecronisti: dai Maestri agli urlatori (Massimo De Luca)
Nasce "La Domenica Sportiva"
Le mille vite della "Domenica Sportiva" (Massimo De Luca)
Italia-Cecoslovacchia, l'Eurovisione e i Mondiali
Calcio in Tv, prime polemiche
Milano-Sanremo, ultimi 300 metri in diretta
Gronchi in ritardo a Monza
I primi anticipi televisivi
Cortina e la caduta di Caroli
Italia-Brasile, la Tv sportiva entra nei cinema
Il Tour de France finalmente in eurovisione
Norrkoeping-Fiorentina, prima diretta Rai di coppe europee
La sintesi della domenica e la nascita di "Tutto il calcio minuto per minuto"
L'Olimpiade di Roma
Il "Processo alla tappa"
Il "Processo alla tappa": un'epopea firmata Zavoli (Massimo De Luca)
Finalmente la mondovisione
Lazio-Juventus, la prima polemica della moviola
Italia-Cipro, arriva il replay
Italia-Bulgaria, il primo sciopero "azzurro" della Rai
Benvenuti-Rodriguez, una diretta molto costosa
Carosio e il guardalinee etiope
La vera storia di Carosio e del guardalinee etiope (Massimo De Luca)
Arriva "90° minuto"

Dal colore alla fine del monopolio

Arriva il colore, ma solo all'estero
Inter-Borussia Moenchengladbach, ci guadagna anche il Bologna
Babelis, la Tv del Rimini
Monaco '72, l'illusione del colore
La partita a telecamere fisse
La Tv svizzera italiana, prima alternativa alla Rai
Capodistria, la prima Tv tematica sportiva
Telemontecarlo, da "Puntosport" a "Galagoal"
Il ministro Togni vieta i Mondiali a colori
Il maxischermo del Palalido
Majorca e le prime imprecazioni in diretta Tv
La domenica del silenzio e la telecronaca quasi muta
"Tutto il calcio minuto per minuto" approda in Tv
Montreal 1976, torna il colore
Italia-Inghilterra e la diretta negata
Vietato giocare di notte in novembre (Massimo De Luca)
Finale Coppa Davis, il no alla telecronaca del Tg2
Coppa Davis 1976, un'emozione rovinata (Massimo De Luca)
Genoa-Torino, anche il campionato è a colori
"Diretta sport", i gol nell'intervallo
"Eurogol", rassegna dei gol delle coppe europee
Perletto, l'uomo che vinse due volte
La replica di Italia-Germania Ovest 4-3 lancia la Rete Tre
Lo sport delle Tv locali
Arriva "Il processo del lunedì"
Inter-Real Madrid, niente diretta per rispetto del pubblico pagante

Molte Tv, molto sport

Mundialito in Uruguay: fine del monopolio Rai
Assalto ai diritti del campionato
Il Mundialito di Berlusconi e la censura Rai
Canale 5 prende i diritti delle coppe e ci prova con l'Olimpiade
Italia-Germania Ovest 3-1, record assoluto di telespettatori
"Tuttocoppe minuto per minuto" arriva in Tv
Coppa Intercontinentale, diretta solo in Lombardia
"Tutto il calcio minuto per minuto", la Tv entra in studio
Il debito del calcio verso la radio (Massimo De Luca)
Real Madrid-Napoli tra Berlusconi, Odeon e Rai
Tomba irrompe a Sanremo
Jugoslavia-Italia, la prima telecronaca muta
Milan-Steaua, la Rai salva la diretta dallo sciopero
Con la Gialappa's Band si ride del calcio
Anche Berlusconi ha la diretta
Scozia-Italia tra Rai e Tele+
Il Giro d'Italia lascia la Rai
"Operazione Entebbe". Nasce il Giro d'Italia 1 (Massimo De Luca)
Il campionato va sulla pay Tv
"Quelli che il calcio...", da Fazio alla Ventura
Ungheria-Italia, la Nazionale solo su Canale 5
Arriva anche la pay-per-view
La Rai si riprende la Serie A
Mediaset e il campionato: incontrarsi e dirsi addio (Massimo De Luca)
La Serie A sulla Tv svizzera italiana, ma solo per due partite
Mondiali e Olimpiadi tra Rai e Sky

NON PERDETE IL LIBRO "SPORT IN TV. STORIA E STORIE DALLE ORIGINI A OGGI". UNA APPASSIONANTE STORIA DELLO SPORT IN TV DI PINO FRISOLI E MASSIMO DE LUCA. UN GRANDE SUCCESSO DI CRITICA E DI PUBBLICO PER TUTTI GLI APPASSIONATI DI TV E SPORT.

La presentazione di Neri Marcorè del libro "Sport in Tv" nella trasmissione di RaiTre "Per un pugno di libri".



Il video del servizio del Tgr Lombardia sulla presentazione del libro "Sport in Tv" a "Sport Movies & Tv 2010"



Clicca per vedere il video della presentazione di Massimo De Luca del libro "Sport in Tv" a "Quelli che il calcio".

Italia-Israele, Messico 1970: sono passati 40 anni.

Clicca per leggere tutta la verita sulla gaffe, mai detta, di Mike Bongiorno al Rischiatutto.

Clicca per leggere quando sono nati i primi Tg1 e Tg2 a colori.

Clicca per ascoltare la sigla del cartone animato del 1976 "Il conte di Montecristo", per la prima volta dopo tanti anni.

ALCUNE RECENSIONI SCRITTE A PROPOSITO DI "LA TV PER SPORT"

Leggi la recensione di Aldo Grasso sul "Corriere della sera".
Leggi la recensione della Gazzetta dello sport.
Leggi la recensione di Gazzetta.it.
Leggi la recensione del Corriere dello Sport.
Leggi la recensione del Corriere del Ticino.
Leggi la recensione del Guerin Sportivo.
"La Tv per sport" alla "Domenica sportiva".
"La Tv per sport" al Tg2.
"La Tv per sport": cosa dicono del libro.
"La Tv per sport", un libro unico nel suo genere.

1 commento:

Alessio Sundas ha detto...

COMUNICATO STAMPA

“Acquisteremo l’Unione Sportiva Arezzo in tribunale, vogliamo coinvolgere
nel progetto di rilancio ex giocatori come Giancarlo Alessandrelli della Juventus”


“Abbiamo provato fino a dieci giorni fa a proporci per salvare l’Unione Sportiva Arezzo dal fallimento. Eppure, non ci hanno voluto concedere un incontro per verificare l’ipotesi della cessione del pacchetto di maggioranza del club ad un imprenditore toscano intenzionato ad investire capitali freschi nel calcio italiano. Erano pronti 100 mila euro sul tavolo come avvio della trattativa per le prime emergenze, ci risposero che avevano scelto altri interlocutori. Ora che hanno ucciso il calcio ad Arezzo, che si è arrivati al fallimento e che ci sono ostacoli perfino per l’esercizio provvisorio, qualcuno capirà come aver chiuso la porta in faccia alla Sport Man sia stato un errore fatale. Sia chiaro che non faremo marcia indietro, tenteremo di acquistare l’Arezzo in tribunale e ripartire con una squadra competitiva anche dalla Serie D se fosse necessario”.
A parlare è il manager Alessio Sundas, responsabile dell’agenzia Sport Man Procuratori Sportivi, che nelle vesti di mediatore per un noto operatore economico, ha annunciato l’intenzione di acquistare Sportiva Arezzo non appena sarà possibile, coinvolgendo nomi storici del calcio amaranto.
“Da tempo il nostro intento – prosegue il manager Sundas – è sempre lo stesso, vogliamo proporre progetti seri e tangibili per rilanciare l’Arezzo, una delle più antiche e gloriose società calcistiche toscane che da troppo tempo manca dai palcoscenici che contano. Inoltre, il nostro progetto prevede il potenziamento del settore giovanile, vorremmo creare all’interno dell’ Arezzo il Vivaio Nazionale per formare i futuri campioni che indosseranno la maglia Azzurra. Ci sono ex giocatori dell’Arezzo, come il portiere Giancarlo Alessandrelli che indossò la gloriosa maglia amaranto 44 anni fa prima di vestire la casacca della Juventus, che contatteremo nei prossimi giorni per coinvolgerli nel progetto di rinascita del club. Questa volta non potranno ostacolarci, a breve chiederemo un incontro anche al sindaco di Arezzo per presentare ufficialmente il nostro progetto”.