mercoledì 18 novembre 2015

"Lascia o raddoppia?", 60 anni dalla prima Tv del 19 novembre 1955

"SPORT IN TV", IL LIBRO DI PINO FRISOLI E MASSIMO DE LUCA.






PER EVENTUALI ULTERIORI INFORMAZIONI SU "SPORT IN TV" SCRIVI A
pinofrisoli@yahoo.it
.


LEGGETE SU GAZZETTA.IT QUESTO BELLISSIMO ARTICOLO SUL GRANDE SHOW DELLO SPORT IN TV E CLICCATE SUL MI PIACE
http://www.gazzetta.it/Libri/10-01-2012/tra-storia-dietro-quinte-grande-show-sport-tv--804256828201.shtml


siti web

"Lascia o raddoppia?" compie 60 anni. Il primo grande quiz televisivo di Mike Bongiorno andò infatti in onda per la prima volta in onda in Tv sabato 19 novembre 1955 alle 21.00 dopo il Telegiornale delle 20.30. E' comunque giusto ricordare che "Lascia o raddoppia?" non è stato il primo quiz nella storia della Tv italiana. Il primo programma di quiz di cui si ha notizia, come si può leggere sui Radiocorriere dell'epoca, è infatti "Tutti contro quattro", in onda martedì 9 giugno 1953. Sabato 4 luglio 1953, alle 21.15, debutta "Attenti al fiasco". La trasmissione, condotta da Dino Falconi, uno dei più noti e brillanti scrittori italiani dell'epoca riprende sabato 5 settembre 1953 alle 21.45. E' un programma di quiz visivi, rivolti a un "panel" di quattro persone presenti alla trasmissione; un indovinello viene invece rivolto al pubblico. Abbiamo così anche il primo vincitore di un premio da casa, il signor Emanuele Avalis di Torino che vince una cucina a gas messa in palio nella puntata del 5 settembre. "Attenti al fiasco" continua fino al 9 gennaio 1954. Mike Bongiorno, che aveva debuttato in Tv con "Arrivi e partenze" dal 22 novembre 1953 (è la data della prima televisiva della trasmissione. C'è anche chi ipotizza che la conduzione della prima puntata sia stata del solo Armando Pizzo e che Mike abbia così debuttato in Tv il 13 dicembre 1953 in occasione della seconda puntata che da quella settimana sarebbe andata in onda con regolarità ogni settimana) aveva già avuto enorme successo alla radio con "Il motivo in maschera", in onda dal 20 aprile 1954 sul Secondo programma, e così Sergio Pugliese, direttore della programmazione Rai, chiama Mike per proporgli di condurre in Tv qualcosa del genere. Nacque così "Lascia o raddoppia?", ispirato al programma della Cbs "$64.000 Question", che tradotto vuol dire "La domanda da sessantaquattromila dollari", equivalenti a circa 40 milioni di lire dell'epoca, anche se in realtà si trattava di un adattamento del francese "Quitte o double?" (da cui il titolo) del quale il produttore Guido Sacerdote aveva comprato il "format" per risparmiare, come riporta Aldo Grasso sulla Garzantina della Televisione.
"Stampa sera" del 19 novembre 1955 presenta la trasmissione con un lungo articolo a pagina a firmato a.b. dal titolo "Lascia o raddoppia sugli schermi della tv": "E' suonata l'ora della rivincita per tutti coloro che hanno una passione più o meno segreta, un hobby gelosamente coltivato per lunghi anni, magari fra i sorrisi di compatimento dei familiari e degli amici (...). Per costoro insomma, e per tanti altri (e sono legione) che trovano in una diversa occupazione un rifugio alla monotonia del loro lavoro quotidiano, è venuto il momento di farsi avanti e fare sfoggio della loro particolare scienza. Basterà inviare una cartolina alla Rai chiedendo di partecipare al concorso di quiz Lascia o raddoppia che verrà lanciato questa sera alle 21 dagli schermi televisivi. E ci si deve affrettare perchè già sabato prossimo, allo studio n. 6 della Fiera Campionaria di Milano, presente il pubblico, avrà inizio la gara". Più contenuta la vincita massima della versione italiana, cinque milioni e 120 mila lire in gettoni d'oro da conquistare in cinque puntate. C'è comunque come premio di consolazione una Fiat 600 per tutti i concorrenti che siano comunque riusciti a superare la vincita di 640 mila lire. Partenza dunque sabato 19 novembre 1955 alle 21.00 (dopo il Telegiornale delle 20.30 in una giornata televisiva che nel pomeriggio aveva anche proposto dalle 12.55 la diretta della partita di allenamento della nazionale di calcio contro il Como disputata a Firenze) con una puntata di presentazione e prima gara vera la settimana seguente, il 26 novembre 1955. A pochi mesi dal debutto la popolarità della trasmissione era tale che, dal 16 febbraio 1956, "Lascia o raddoppia?" venne spostato dal sabato al giovedì su richiesta dei gestori dei cinema e dei teatri perchè in quel giorno nessuno andava più a vedere gli spettacoli e le sale erano vuote. A conferma del successo della trasmissione, nel 1956 uscì anche il film "Totò lascia o raddoppia?".
Il 16 luglio 1959 va in onda l'ultima trasmissione, dopo quattro anni di successi, 191 puntate e punte di ascolto di quasi 12 milioni.

NEL LIBRO "SPORT IN TV", DA NON PERDERE PER TUTTI GLI APPASSIONATI, SI PARLA ANCHE DELLA STORIA DEL CALCIO IN TV. VOLETE SAPERE TUTTO SULLA STORIA DEL CALCIO IN TV? QUESTO E TANTO ALTRO SU "SPORT IN TV". NON PERDETELO!

CLICCA SUBITO PER ACQUISTARE "SPORT IN TV" SU AMAZON.IT A UN PREZZO IMBATTIBILE CON IL 15% DI SCONTO, A 13,60 EURO INVECE DI 16, CON UN RISPARMIO DI 2,40 EURO. NON PERDERE TEMPO, FATTI UN BEL REGALO!

La presentazione di Massimo De Luca del libro "Sport in Tv" fatta con Alessandra De Stefano su Rai Sport 2



DIVENTA FAN DEL LIBRO "SPORT IN TV", UN DIVERTENTE VIAGGIO NELLA STORIA DELLO SPORT, DELLA TV E DEL COSTUME ITALIANO, E FAI SAPERE SE TI E' PIACIUTO

NON PERDETE IL LIBRO "SPORT IN TV. STORIA E STORIE DALLE ORIGINI A OGGI". UNA APPASSIONANTE STORIA DELLO SPORT IN TV DI PINO FRISOLI E MASSIMO DE LUCA. UN GRANDE SUCCESSO DI CRITICA E DI PUBBLICO PER TUTTI GLI APPASSIONATI DI TV E SPORT.

Ecco il sommario del libro "Sport in Tv". Il nome tra parentesi significa che il paragrafo è stato scritto da Massimo De Luca.

Prefazione (Massimo De Luca)
Introduzione

Gli anni del bianco e nero

Prima della televisione
Gli inizi
Il Bologna, prima squadra di calcio italiana ospite in Tv
Carosio, nascita di una leggenda (Massimo De Luca)
Juventus-Milan, la prima partita in Tv
Telecronisti: dai Maestri agli urlatori (Massimo De Luca)
Nasce "La Domenica Sportiva"
Le mille vite della "Domenica Sportiva" (Massimo De Luca)
Italia-Cecoslovacchia, l'Eurovisione e i Mondiali
Calcio in Tv, prime polemiche
Milano-Sanremo, ultimi 300 metri in diretta
Gronchi in ritardo a Monza
I primi anticipi televisivi
Cortina e la caduta di Caroli
Italia-Brasile, la Tv sportiva entra nei cinema
Il Tour de France finalmente in eurovisione
Norrkoeping-Fiorentina, prima diretta Rai di coppe europee
La sintesi della domenica e la nascita di "Tutto il calcio minuto per minuto"
L'Olimpiade di Roma
Il "Processo alla tappa"
Il "Processo alla tappa": un'epopea firmata Zavoli (Massimo De Luca)
Finalmente la mondovisione
Lazio-Juventus, la prima polemica della moviola
Italia-Cipro, arriva il replay
Italia-Bulgaria, il primo sciopero "azzurro" della Rai
Benvenuti-Rodriguez, una diretta molto costosa
Carosio e il guardalinee etiope
La vera storia di Carosio e del guardalinee etiope (Massimo De Luca)
Arriva "90° minuto"

Dal colore alla fine del monopolio

Arriva il colore, ma solo all'estero
Inter-Borussia Moenchengladbach, ci guadagna anche il Bologna
Babelis, la Tv del Rimini
Monaco '72, l'illusione del colore
La partita a telecamere fisse
La Tv svizzera italiana, prima alternativa alla Rai
Capodistria, la prima Tv tematica sportiva
Telemontecarlo, da "Puntosport" a "Galagoal"
Il ministro Togni vieta i Mondiali a colori
Il maxischermo del Palalido
Majorca e le prime imprecazioni in diretta Tv
La domenica del silenzio e la telecronaca quasi muta
"Tutto il calcio minuto per minuto" approda in Tv
Montreal 1976, torna il colore
Italia-Inghilterra e la diretta negata
Vietato giocare di notte in novembre (Massimo De Luca)
Finale Coppa Davis, il no alla telecronaca del Tg2
Coppa Davis 1976, un'emozione rovinata (Massimo De Luca)
Genoa-Torino, anche il campionato è a colori
"Diretta sport", i gol nell'intervallo
"Eurogol", rassegna dei gol delle coppe europee
Perletto, l'uomo che vinse due volte
La replica di Italia-Germania Ovest 4-3 lancia la Rete Tre
Lo sport delle Tv locali
Arriva "Il processo del lunedì"
Inter-Real Madrid, niente diretta per rispetto del pubblico pagante

Molte Tv, molto sport

Mundialito in Uruguay: fine del monopolio Rai
Assalto ai diritti del campionato
Il Mundialito di Berlusconi e la censura Rai
Canale 5 prende i diritti delle coppe e ci prova con l'Olimpiade
Italia-Germania Ovest 3-1, record assoluto di telespettatori
"Tuttocoppe minuto per minuto" arriva in Tv
Coppa Intercontinentale, diretta solo in Lombardia
"Tutto il calcio minuto per minuto", la Tv entra in studio
Il debito del calcio verso la radio (Massimo De Luca)
Real Madrid-Napoli tra Berlusconi, Odeon e Rai
Tomba irrompe a Sanremo
Jugoslavia-Italia, la prima telecronaca muta
Milan-Steaua, la Rai salva la diretta dallo sciopero
Con la Gialappa's Band si ride del calcio
Anche Berlusconi ha la diretta
Scozia-Italia tra Rai e Tele+
Il Giro d'Italia lascia la Rai
"Operazione Entebbe". Nasce il Giro d'Italia 1 (Massimo De Luca)
Il campionato va sulla pay Tv
"Quelli che il calcio...", da Fazio alla Ventura
Ungheria-Italia, la Nazionale solo su Canale 5
Arriva anche la pay-per-view
La Rai si riprende la Serie A
Mediaset e il campionato: incontrarsi e dirsi addio (Massimo De Luca)
La Serie A sulla Tv svizzera italiana, ma solo per due partite
Mondiali e Olimpiadi tra Rai e Sky

NON PERDETE IL LIBRO "SPORT IN TV. STORIA E STORIE DALLE ORIGINI A OGGI". UNA APPASSIONANTE STORIA DELLO SPORT IN TV DI PINO FRISOLI E MASSIMO DE LUCA. UN GRANDE SUCCESSO DI CRITICA E DI PUBBLICO PER TUTTI GLI APPASSIONATI DI TV E SPORT.

La presentazione di Neri Marcorè del libro "Sport in Tv" nella trasmissione di RaiTre "Per un pugno di libri".



Il video del servizio del Tgr Lombardia sulla presentazione del libro "Sport in Tv" a "Sport Movies & Tv 2010"



Clicca per vedere il video della presentazione di Massimo De Luca del libro "Sport in Tv" a "Quelli che il calcio".

Italia-Israele, Messico 1970: sono passati 40 anni.

Clicca per leggere tutta la verita sulla gaffe, mai detta, di Mike Bongiorno al Rischiatutto.

Clicca per leggere quando sono nati i primi Tg1 e Tg2 a colori.

Clicca per ascoltare la sigla del cartone animato del 1976 "Il conte di Montecristo", per la prima volta dopo tanti anni.

ALCUNE RECENSIONI SCRITTE A PROPOSITO DI "LA TV PER SPORT"

Leggi la recensione di Aldo Grasso sul "Corriere della sera".
Leggi la recensione della Gazzetta dello sport.
Leggi la recensione di Gazzetta.it.
Leggi la recensione del Corriere dello Sport.
Leggi la recensione del Corriere del Ticino.
Leggi la recensione del Guerin Sportivo.
"La Tv per sport" alla "Domenica sportiva".
"La Tv per sport" al Tg2.
"La Tv per sport": cosa dicono del libro.
"La Tv per sport", un libro unico nel suo genere.

Nessun commento: